DAL TESTO LETTERARIO ALL'IMMAGINE FOTOGRAFICA

 

Valentina Vannicola durante il seminario ha raccontato dei propri lavori, concentrandosi su uno degli aspetti maggiormente indagati dalla sua ricerca fotografica: il rapporto tra testo letterario e immagine fotografica.

Dalla lettura del testo di alcuni dei capolavori della letteratura universale, come Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll, il Don Chisciotte della mancia di Miguel de Cervantes, La principessa sul pisello di Hans Christian Andersen e l’ Inferno di Dante, l’autrice spiega come arriva alla realizzazione delle immagini. Ciascuna immagine di ogni suo progetto è il frutto di un meticoloso lavoro preparatorio, che inizia con un'attenta pianificazione attraverso l'analisi del testo, la creazione di bozzetti, la ricerca degli oggetti di scena e l'individuazione delle locations dove realizzare le riprese fotografiche.


L’Inferno di Dante è stato realizzato dopo un’approfondita lettura del testo dantesco da cui l’artista ha estrapolato i passaggi visivamente più vividi, realizzando delle fotografie di grande potenza narrativa. 

L’autrice lavora sul suo territorio di affezione, la Maremma laziale nei dintorni di Tolfa, e con la comunità locale che si presta a inscenare per il suo obbiettivo le più stravaganti composizioni. Oltre alle fotografie, accompagnate dalle terzine dantesche di riferimento, all’interno del libro si trova un poster estraibile del bozzetto preparatorio disegnato dalla stessa autrice.

 

L’intera pratica artistica di Valentina Vannicola è riconducibile al genere della staged photography, la tendenza della fotografia contemporanea a presentare come reali scene costruite secondo le dinamiche proprie della cinematografia. L’artista è lettrice immaginifica, sceneggiatrice, costumista, scenografa e grande esploratrice del territorio della maremma laziale, dove è cresciuta e dove scatta le sue storie. Le immagini sono il risultato di un complesso e rigoroso lavoro di regia, dalla fase iniziale di elaborazione a quella finale di produzione della fotografia, passando attraverso la lettura originale dei testi scelti, la pratica del disegno per visualizzare l’idea, l’uso di materiali reperiti nel patrimonio familiare per la realizzazione delle magnifiche installazioni, la scelta di locations naturali,  la costruzione dei set. Tutto questo dà vita a un lavoro di grande suggestione, capace di parlare a tutti ed in maniera del tutto inedita, di alcuni classici della letteratura.

Nel 2011 l’artista realizza L’Inferno di Dante. Il lavoro è costituito da 15 fotografie a colori (60x90 cm) e da un grande bozzetto preparatorio (1,80x1,50). Anche in questo caso Vannicola scatta nel suo territorio di affezione con la comunità locale che si presta a inscenare le più stravaganti composizioni.

Con il sole e sotto la pioggia, nell’acqua o arrampicati sugli alberi i suoi attori/dannati – rigorosamente in braghe di lana, che costituisce la seconda pelle di chi vive in campagna – diventano soggetti di un progetto collettivo fotografico.

Gli altri suoi progetti finora realizzati sono stati ispirati a Alice nel paese delle Meraviglie, La Principessa sul pisello e Escape/ Don Chisciotte.

Valentina Vannicola è nata a Roma nel 1982. Dopo essersi laureata in Arti e Scienze dello Spettacolo a La Sapienza di Roma si è diplomata alla Scuola Romana di Fotografia. 

Le sue immagini sono state influenzate dalla tradizione cinematografica, teatrale e letteraria da cui però l’artista è capace di distanziarsi, sottraendosi alla loro perdurante influenza grazie ad una potente visionarietà ed alla capacità di realizzare complessi set che vengono poi racchiusi in uno scatto. Attualmente l’artista ha iniziato a integrare le sue fotografie con installazioni. E’ membro di OnOff picture agency e sta attualmente collaborando con la galleria Wunderkammern.

 

Valentina Vannicola is born in Rome in 1982. After a degree in Cinema at University “La Sapienza” of Rome she tooks a diploma at the two-years master at the School of Photography of Rome (SRF). During her studies she began to realize photographic projects focused on literature and dream. She sets her photographs in her homeland in Maremma. Valentina Vannicola is a member of OnOff picture agency and she works with the contemporary art gallery Wunderkammern